Non seguire il mondo come va

“Non seguire il mondo come va” è il titolo dell’ultimo libro di Michela Marzano, docente ordinaria di Filosofia Morale alla Sorbonne di Parigi e parlamentare indipendente del PD. Un libro intervista, o quasi come dice lei, un’analisi profonda del tessuto politico italiano, ma anche un invito ad andare avanti rimanendo fedeli a se stessi. Come… un politico che viene a fare lezione di morale, direte voi? Sembra un paradosso, lo so, lo pensavo anch’io prima di assistere a un suo incontro, in occasione della presentazione del suo libro. Dimenticatevi i soliti slogan a cui siamo abituati e non pensate alla classica retorica. In Michela Marzano non ho trovato nulla di tutto ciò.  Al loro posto, invece, ho trovato una donna minuta, semplice nella sua grandezza intellettuale, capace di donare al pubblico una lezione di umanità, ormai inedita in un mondo di dispensatori di ricette.

Ecco cinque insegnamenti che ho ho imparato dall’incontro con Michela Marzano, per cambiare punto di vista:

  Saper aspettare: Oggi tutti sembriamo pronti a correre, siamo sempre di corsa e in questa fretta di andare avanti, a volte ci dimentichiamo persino dove stiamo andando. Forse, dunque, a volte è meglio fermarsi ad aspettare, senza prendere decisioni affrettate. Michela Marzano per spiegare questo punto cita Ernst Bloch: La speranza è caratterizzata al tempo stesso dal movimento e dall’attesa: nessun cambiamento è possibile se non ci si mette in movimento; nessun cambiamento è realizzabile, però, se non si è capaci di avere la pazienza di attendere ciò che non c’è ancora”.

 Partire dalla rabbia per cercare di dare un senso a ciò che accade: Di fronte alle delusioni capita di sentirsi impotenti, come se tutti i sacrifici fatti non potessero trovare uno sbocco positivo nella realtà. Ci rifugiamo nella rabbia e spesso rimaniamo imbrigliati nella negatività. Ci rifugiamo nei soliti luoghi comuni senza riuscire ad andare oltre. Come scrive Michela: “Stiamo pagando il prezzo di una corruzione tanto estesa da far perdere agli onesti ogni speranza”. Tutto vero ma non possiamo fermarci qui. Secondo Michela, dobbiamo ripartire da un nuovo assunto: volere non è potere. Dobbiamo imparare ad accettare la realtà che fa da barriera a quelli che sono i nostri desideri per trovare il modo di vivere all’interno dei limiti del reale.

 Ripartire dall’ascolto: oggi tutti vogliamo far sentire la nostra voce. Vogliamo parlare ma abbiamo difficoltà ad ascoltare, perché non riusciamo a stabilire una relazione costruttiva con l’alterità. Forse è tornato il momento di rimettersi all’ascolto del mondo che ci circonda, lasciando da parte il nostro IO parlante.

 Bisogna avere il coraggio di muoversi e di resistere:  Il coraggio non è solo la virtù degli eroi.  Michela parla del coraggio come virtù aristotelica, a metà strada tra la codardia e la temerarietà. Secondo Michela per uscire dalla situazione di stallo in cui siamo sprofondati, occorre ricollocare  il coraggio come virtù nel tessuto politico-sociale.

Gettare la maschera: “Ogni essere umano, per definizione è fragile. Anche semplicemente perché nessuno di noi può essere o avere tutto. C’è sempre qualcosa che ci manca, che vorremmo avere, che non avremo mai. (…) a forza di agire “come se” la fragilità non esistesse, ci siamo persi per strada un pezzetto di noi stessi.  (…) Eppure è proprio quel “qualcosa di assente” che ci perseguita, quella crepa, che ci permette poi di entrare in empatia con il mondo per cercare il senso delle cose”. Forse è arrivato il momento di ripartire proprio da lì, lasciandoci alle spalle la negatività dilagante e gli ormai vuoti luoghi comuni.

 

Se ti è piaciuto il mio blog, non perdiamoci di vista!

Ti aspetto su:

fbtwinst

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...