Il mondo visto dagli occhi di un artista: la Follia in blu di Folletto Graziano

Quando inizio a digitare il numero di telefono di Folletto Graziano sono le otto di sera di una giornata proprio no, di quelle che iniziano con il piede sbagliato e aspetti solo che finiscano. Non sapevo cosa aspettarmi da questa chiacchierata, in fondo tutto quello che so di lui è che è l’ometto sorridente e colorato che in un viaggio di ritorno da Torino mi aveva regalato un pezzo di universo, un piccolo tassello di un puzzle. Blu, come il colore del cielo. Continua a leggere