Dalla laurea in Giurisprudenza a blogger di successo, la storia di Chiara Maci

Da quando ho scoperto che Chiara Maci  (come me) ha una laurea in Giurisprudenza, ho avuto la curiosità di conoscerla. Ma come si fa a intervistare una blogger di successo come Chiara? Non sapendo come comportarmi, ho tentato con il metodo classico: provo a mandarle una email! In realtà posso solo immaginare come possa essere affollata di richieste la sua casella di posta elettronica. E infatti, la mia prima email è rimasta sommersa nell’ondata di richieste quotidiane. Così, a distanza di qualche mese, ho deciso di riprovare con un tweet. Il mio cinguettio è arrivato dritto alla porta di Chiara che con mio stupore, mi ha risposto subito e ha accettato l’intervista! Non sempre i personaggi famosi si rivelano simpatici come appaiono nei selfie, invece Chiara è stata una piacevole conferma e questo è quello che è venuto fuori dalla nostra chiacchierata! Continua a leggere

Fiori&Co: quando la vita cambia colore con un nuovo progetto, la storia di Rachele e Claudia

Quando si sceglie cosa fare da grandi, non si pensa all’importanza del colore. Non si riesce a immaginare come possa essere un vita in bianco e nero tra carte e burocrazia, fatta di gesti ripetitivi che senza la giusta passione possono far nascere il desiderio di nuove scoperte. Questa è la storia di Claudia, ex consulente legale, e Rachele, laureata in Scienze dei Beni Culturali ma costretta a ripiegare  su un lavoro come tagliatrice di tessuti, che insoddisfatte della vita che stavano vivendo, dopo il terremoto dell’Emilia, hanno deciso di unire le forze per aprire un negozio di fiori. Le ho intervistate e questa è la loro storia, ma prima scopriamo il loro Identikit! Continua a leggere

Ex architetta, blogger di successo, gira l’Italia in tacco 12 con la sua Stiletto Academy. Vi presento Veronica Spora Benini!

Veronica Benini, alias la Spora è una donna senza peli sulla lingua. Ho avuto il piacere di incontrarla di persona a Milano nel corso della C+B Academy ed è proprio una di quelle donne che io definisco semplicemente: cazzute (concedetemi il termine).  Nella sua vita è riuscita a coronare il sogno di molte donne: diventare una professionista affermata e una blogger di successo. Il primo capitolo della sua storia ha come sfondo Parigi, un marito, un loft e un lavoro come architetto. La sua corsa tra torri e grattacieli, però, è stata interrotta nel 2006 quando le vengono diagnosticati tre tumori al collo dell’utero. Nello stesso anno nasce lo sporablog, un diario online per raccontare la sua esperienza e sensibilizzare le altre donne sull’importanza della prevenzione. Quello che Veronica chiama il cancro-gate la accompagna dal dicembre del 2006 a marzo del 2007, ma lascia un segno irreversibile: la sterilità.
“I percorsi per sconfiggere l’infertilità – scrive sul suo blog – sono devastanti sia fisica che psicologicamente. A me e mio marito è andata molto male e un giorno, senza preavviso, lui mi ha chiesto il divorzio di punto in bianco. Quelle, signore mie, sono docce fredde. E me l’ha chiesto perché voleva avere dei figli in modo “naturale”, rifacendosi una vita con una donna “sana”. Superata la paura del vuoto dopo l’abbandono, Veronica decide di cambiare vita. Lascia il posto fisso, Parigi, il loft. Per affermare la sua femminilità “si attacca ai tacchi” e dalla sua passione per le scarpe nasce la Stiletto Academy, una scuola per le donne che vogliono imparare a camminare sui tacchi. Oggi (in attesa di prendere la patente) vive su un furgone di nome Lucio, con cui si sposta in giro per l’Italia per organizzare eventi, è una blogger di successo e una influencer della rete. Siete curiosi di conoscerla? Scoprite cosa è venuto fuori da questa intervista.

Continua a leggere

Mollo tutto e faccio il giro del mondo: la nuova scommessa di Nina e Giuse

Nascere, crescere, studiare, trovare un lavoro, comprare una macchina, una casa, fare figli ecc… ecc… ecc… Questo è il prototipo di una vita normale, fatta di alti e bassi, che la maggior parte di noi percorre più o meno soddisfatto, senza uscire troppo dagli schemi con cui siamo cresciuti. Ma è davvero l’unica vita possibile? Tranquilli non intendo aprire un caso sui misteri del mondo! Non conosco la risposta, ma sono rimasta molto colpita dalla storia di Nina e Giuse, una coppia di opposti, che dopo anni di lavoro ha deciso di lasciarsi tutto (o quasi) alle spalle per fare il giro del mondo uscendo dal circolo vizioso del vivo per lavorare. Non credo che avrei mai il coraggio di fare una cosa simile, ma sono curiosa di sapere come andrà il loro viaggio. La data del primo volo è il 30 marzo e questo è il racconto della Nina, a poche settimane dalla partenza! Continua a leggere

MasterChef: ora che la sfida per Paolo Armando è terminata che ne sarà del sacro fuoco per la cucina?

Entrando nella cucina di MasterChef ha conosciuto inferno e paradiso, coronando il sogno di cucinare a fianco dei grandi maestri Carlo CraccoBruno Barbieri e Joe Bastianich. A un passo dalla finale, però, Paolo Armando, informatico di Cuneo, ha perso la sfida nel faccia a faccia contro il giovane Nicolò. Paolo, lo so, è solo l’ultimo dei concorrenti usciti dalla cucina di MasterChef ma è l’unico concorrente di Cuneo, la mia città, per questo non ho potuto resistere alla tentazione di intervistarlo! Ora che la tigre è uscita dalla cucina di MasterChef, tornerà dietro a una scrivania a lavorare come informatico o proverà il tutto per tutto per coronare il proprio sogno di aprire un ristorante? Scopriamolo insieme! Continua a leggere

Foto scattata da Francesco Doglio

Dalla laurea in Giurisprudenza, a giornalista de La Stampa: la storia di Barbara Morra

Dove sta scritto che chi fa Giurisprudenza deve fare l’avvocato? La risposta è semplice: da nessuna parte. Eppure, non conto più le volte che le persone mi hanno guardato con aria perplessa, disorientati dalla decisione di abbandonare una carriera “di prestigio” pensionando codici e tomi di diritto in un armadio. Per fortuna che oggi ho un avvocato d’eccezione, Barbara Morra giornalista de La Stampa che dopo aver preso il titolo da avvocato (scommetto che qualcuno è già pronto a chiedere l’aggravante) ha scelto di chiudere in un cassetto la toga, per impugnare carta e penna dedicandosi a quello che più le piace fare: scrivere. Da allora, tutti i giorni porta nelle case dei lettori le vicende giudiziarie della provincia di Cuneo.  Continua a leggere