Lascia il lavoro da manager per aprire una merceria: la storia di Erika e della sua Zucchero Filato

Ci sono strade che sembrano migliori di altre: lineari, ordinate, sicure. In una parola normali. Non tanto lontane, poi, ci sono quelle impreviste, quelle che non avevi considerato, ma sei contento di aver svoltato l’angolo e di esserti imbattuto in un mondo nuovo, senza certezze ma capace di restituirti un’onda di entusiasmo. Queste sono le storie che preferisco e che mi piace raccontare. Oggi vi presento Erika, una giovane mamma, che dopo aver lavorato per dieci anni nel settore finanziario ed essere diventata manager ha deciso di lasciar perdere un mondo fatto di numeri e rigidi calcoli per aprire la sua merceria Zucchero Filato, affiancata dalla sua piccola mascotte un cagnolino bianco di nome Kitty. Continua a leggere

Annunci

Dalla laurea in architettura a fotografa professionista, il ritratto di Margherita Calati

Conosco diverse persone con la passione per la fotografia che vorrebbero fare del loro hobby una vera professione. La maggior parte di loro mi ripete con aria un po’ insofferente che per iniziare, la gavetta inizia da lì: dai MATRIMONI. Vuoi il mio rapporto complicato con i matrimoni, vuoi questa idea (forse un po’ provinciale) che il matrimonio sia una tappa quasi obbligata della gavetta di un fotografo, ho trascurato il fatto che ci sia qualcuno che lo fa davvero con passione. Mi sono dovuta ricredere (dopo una piccola gaffe) guardando le foto di Margherita Calati, scatti ricchi di personalità lontani dalla monotona plasticità delle foto tradizionali a cui sono stata abituata. I suoi lavori spaziano dai matrimoni, alla moda, al personal branding, allo still life. Tra uno set e l’altro, potete vederla all’opera da sola o insieme ad Alice Pascarella con cui ha dato vita alle Officine Biancospino, una splendida mansarda creativa sotto il cielo di Torino. Ho scelto di raccontarvi la storia di Margherita non solo perché dopo aver accantonato la laurea in architettura ha deciso di intraprendere un nuovo percorso professionale, ma perché il suo percorso rappresenta l’esempio di come si possa interpretare una professione in chiave innovativa con creatività e passione.

Continua a leggere

Due apicoltori con la filosofia per la testa, la storia di Chiara ed Emanuele

Al cuor non si comanda. Eppure, a volte anche seguire le proprie passioni non basta per ottenere i risultati sperati. È la storia di Chiara Usseglio Mattei ed Emanuele Siragusa, due giovani torinesi, entrambi laureati in Filosofia, a pieni voti e senza ritardi con il sogno nel cassetto di diventare insegnanti di Filosofia e Storia. Per fare questo, hanno sostenuto gli esami integrativi previsti dal piano scolastico per poter insegnare entrambe le materie. Si sono iscritti alle classi di concorso e si sono messi in attesa di una chiamata. Ma il tempo passa e il telefono non suona mai, così decidono di concedersi un viaggio premio per la laurea attraverso l’organizzazione WWOOF, che permette di imparare un nuovo mestiere all’interno di un’azienda agricola. In cambio del proprio lavoro, viene offerto vitto e alloggio. Da qui la scoperta dell’apicoltura e la decisione a piccoli passi di farne un vero e proprio lavoro. Attraverso un’intervista telefonica con Emanuele ho cercato di scoprire la loro storia e questo è quello che è venuto fuori! Continua a leggere

Come passare da: “ho un lavoro ma non mi soddisfa” a “faccio quello che mi piace”, quattro chiacchiere con Danila Saba

Ci sono tanti buoni motivi per decidere di abbandonare un lavoro: un capo insopportabile (ne so qualcosa per il mio lavoro precedente), una retribuzione insoddisfacente (sì, non fa piacere), nessuna prospettiva futura (che ci sto a fare allora?)… Ma sfortunatamente non c’è nessuna formula magica che possa aiutarti a lasciarti alle spalle un lavoro o un ambiente lavorativo insoddisfacente, senza sensi di colpa, per dedicarti a un’attività appagante, magari un lavoro tutto tuo da gestire in piena autonomia. Quindi che si fa? No, non si getta la spugna! Si cerca una risposta nelle storie di chi c’è già passato prima di noi, come Danila Saba tecnicamente HR Specialist & Outplacement Consultant, in pratica un vero e proprio GPS per la realizzazione professionale. Danila non solo ha vissuto sulla propria pelle un cambiamento professionale, scegliendo di abbandonare il posto fisso in un’azienda per mettersi in proprio e oggi aiuta le persone a trovare la propria strada nel difficile mondo del lavoro. Continua a leggere

Il giardino di Gioia Gottini è sempre più verde

Nel suo giardino non coltiva piante, ma seguendo il ritmo naturale dello scorrere delle stagioni, con la stessa dedizione di un buon contadino, coltiva piccoli-grandi talenti. Vi vedo perplessi… cosa vuol dire in pratica? In poche parole lei è Gioia Gottini, business coach e map maker, autrice di alcuni libri di successo come “Un fallimento ti salverà – tutte le strade portano al successo edito da Zandegù. Ha imparato il mestiere studiando business coach, personal branding, marketing e impresa, dalla scuola “americana”, ma agli aridi inglesismi preferisce definirsi all’italiana “coltivatrice di successi”, perché come ci racconta: un successo non nasce dal nulla ma “si coltiva con amore e cure, fino a quando non sbocciano i primi frutti“. Continua a leggere

Cose non noiose per essere super felici: il fantastico mondo di Mr Wonderful

Il suo nome è Mr Wonderful, vive in un mondo tutto suo e ha sempre la soluzione giusta per ritrovare il buonumore. Il suo ultimo libro “Cose non noiose super felici“, edito da Magazzini Salani, è senza alcun dubbio il “libro meno libro” che io abbia mai acquistato. Un ricettario di consigli tutti da gustare, bello come un dolcissimo cupcake, buono come il vostro piatto preferito. Continua a leggere